Villa Sbrojavacca Maffei Marconi Zanin

Collocazione

Via Giuseppe Mazzini

 

Costruzione

La villa è del XVII secolo e venne costruita dai nobili Sbrojavacca; alcuni elementi architettonici, come il muro di cinta che circonda tutti i caseggiati dove prima vi erano le pertinenze (cantine, granai, ecc.) trasformate ora in unità abitative, sono ben più antichi del 1600. Il caseggiato ha l’ingresso principale in via Mazzini; sulla chiave dell’arco c’è un’insegna scultorea raffigurante una testa con corona d’alloro e copricapo dogale. La parte più interessante si trova sul retro dove c’è un grande parco e una loggia con volte a crociera; sugli archi a tutto sesto ci sono dei mascheroni.

 

Cenni Storici

Il capostipite degli Sbrojavacca era capitano delle milizie popolari di Sacile; fra i documenti d’archivio si trova che il detto Sbrojavacca ebbe in dono in Orsago e in Bibano, da parte del Patriarca di Aquileja per le benemerenze civiche e militari, dodici mansi friulani (anno 1340). I Maffei-Marconi arrivarono ad Orsago nel 1835. Il medico Pietro Maffei, benemerito per la lotta contro il tifo petecchiale, comperò dagli Sbrojavacca la villa, che si trova di fronte alla Villa Licini. Proprietà dei Maffei erano anche l’emporio, che serviva da cantina, e il granaio. Dopo la morte dell’ultima Marconi, avvenuta nel 1875, la proprietà passò alla famiglia Zanin.